Crea sito

I due moduli
Home Retour - Back - Ritorno Le Blanc-Argent - Page française The Blanc-Argent - English Home Page

 

Il Blanc-Argent in Realtà Collezione di Foto Il Plastico Modello I due moduli Il progetto Mappa della ferrovia del Blanc-Argent Bibliografia Links sul BA

Ecrivez-moi/Write to me/Scrivetemi :

Liens/Links


Il progetto dei due moduli

Il progetto precedente di diorama non mi soddisfaceva perché troppo complicato. Inoltre, lo spazio disponibile sotto il letto previsto è troppo ridotto e permetterebbe difficilmente di disporre i fabbricati sul plastico, a meno di metterli via separatamente (ciò complicherebbe ancora il montaggio e lo smontaggio) o di realizzarli con altezza ridotta (inaccettabile).

Era quindi necessario trovare un altro sistema. L’attenzione si portò quindi sullo spazio sopra un armadio, dove è possibile ricavare i 120 cm minimi che servono a un modulo.

120 cm rappresentano già un bel modulo, ma è comunque frustrante quando uno sogna di far circolare treni. In quel momento, l’occhio cade sul numero 670 di Loco Revue, maggio 2003, pagina 20, il plastico in scala O (1/43,5) di Julian Russell, che “piega” letteralmente in due, attaccando i due moduli uno sopra l’altro affinché occupino meno spazio per metterli via. Ecco la soluzione!

Lo spazio tra la parte alta dell’armadio e il soffitto è di circa 40 cm, è sufficiente per metterci i due moduli, a condizione che non siano troppo larghi: prevediamo quindi una larghezza di 30 cm circa.

Ricapitoliamo: due moduli di 120 cm di lunghezza messi uno dopo l’altro, fanno un plastico di 2,40 m. Una volta “piegati”, si tratta di una grossa scatola di 1,20 m soltanto.

L’andamento del progetto è qui
Ultimo aggiornamento il
18/03/2006

Ho provato a disegnare i moduli una volta finiti. Non sono così bravo come Iain Rice, ma dà comunque una certa idea dell’insieme.

I seguenti disegni illustrano il modo in cui i moduli vengono messi via.

Prima di tutto i moduli attaccati:

Il modulo di sinistra rappresenta la stazione, piantina tipica delle stazioni del BA, binario diretto, binario d’incrocio e binario di servizio lungo il fabbricato della stazione. Anziché rappresentare un sito reale, conto di rendere l’idea generale e di raccogliere le caratteristiche essenziali delle stazioni del BA della Sologne (la zona a nord del fiume Cher). Si chiamerà quindi La Ferté-St-Denis, nome frutto della combinazione di la Ferté-Imbault e di Selles St-Denis, due stazioni esistenti.

Il secondo modulo rappresenterà la campagna della Sologne, con anche l’emblematico laghetto (étang), indispensabile, visibile nell’angolo fronte-destro.

Per sistemar i due moduli, basta metterli uno sopra l’altro e fissarli.

La loro realizzazione è iniziata ufficialmente il 4 ottobre 2003..